Lavoro

Concorsi e annunci di lavoro dedicati ai Beni Culturali

Letto 462 volte

Concorso a tempo determinato per un ricercatore all'Università di Salerno

24 novembre 2016

L’università degli Studi di Salerno, dipartimento Studi Umanistici, seleziona un ricercatore a tempo determinato per 36 mesi con eventuale proroga di due anni per il seguente profilo:

SSD M-STO/04 Storia contemporanea settore concorsuale 11/A3 Storia Contemporanea

Attività di ricerca

Regime di impegno Tempo pieno
Numero massimo di pubblicazioni 12
Ripartizione del punteggio tra titoli e pubblicazioni :Titoli: punti 40 Produzione scientifica: punti 60
Percentuale di candidati da ammettere alla discussione dei titoli e delle pubblicazioni: 10 per cento dei candidati e comunque non inferiore a sei
Conoscenza della lingua straniera: L’accertamento delle competenze linguistiche avverrà tramite un colloquio in una lingua straniera a scelta del candidato volto a verificare la capacità di comprendere le idee fondamentali di testi scientifici su tematiche specifiche del settore scientificodisciplinare.

Attività di ricerca: L’attività di ricerca verterà principalmente sulla Public History che non significa solo insegnare o divulgare un certo tipo di storia concretamente applicata ai problemi dibattuti oggi nell’arena pubblica, con l’aspirazione di raggiungere un ampio pubblico. Significa soprattutto fare una storia in contatto diretto con l’evoluzione della mentalità e del senso delle appartenenze collettive delle diverse comunità che convivono all’interno dello spazio nazionale e nel villaggio globale e valorizzare lo studio delle loro identità. Criterio fondante della ricerca sarà l’interpretazione e la conservazione delle fonti audiovisive e digitali, quali agenti storici in grado di influenzare l’evoluzione dell’immaginario collettivo nazionale, sfruttando la versatilità delle strutture cibernetiche nel campo della cosiddetta “applied History” e con l’ausilio delle scienze umanistiche per indagare il legame tra passato e presente. Il prodotto finale di un esercizio laboratoriale di Public History, quello che emerge alla fine del processo realizzativo, investe molteplici forme di comunicazione: un parco pubblico, una ricostruzione storica (“reenactment”), un restauro urbano, una mostra reale o virtuale, oppure la creazione di un sito web, di un prodotto televisivo, di un film o di un documentario. Si tratta, pertanto, di entrare nel dibattito pubblico proponendo idee, piani, sintesi, mostre, racconti, percorsi, analisi che rispondano al “bisogno di storia della società”.

Riferimento

gazzetta ufficiale 4 serie concorsi ed esami n 85 del 25 ottobre 2016 o consultare il sito dell’Università di Salerno.

Share