Studiare

Studiare all’Università: 260 corsi di laurea descritti uno ad uno

Università degli Studi del Molise
Classe di laurea: Interclasse (Lettere L-10 & Beni Culturali L-1)
Facoltà: Scienze Umane e Sociali

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Gli obiettivi formativi specifici del Corso di studio riguardano l'acquisizione di adeguate conoscenze nelle tematiche dei fenomeni letterari e culturali dal mondo antico al moderno, attraverso una solida formazione di base, metodologica e storico-disciplinare, negli studi letterari, filologici, storici, linguistici, archeologici, artistici e, più in generale, dei beni culturali. Le competenze principali degli studenti del corso spaziano nel campo della ricerca letteraria, attraverso l'analisi critica dei testi, affiancata alla consapevolezza storica e teorica dei problemi linguistici e testuali, applicabile ai più diversi contesti, a partire dal più tradizionale dell'insegnamento a quelli aziendali che si occupino di informazione e istruzione, di pubbliche relazioni, a quelli della ricerca archeologica e storico-artistica con abilità nel settore delle nuove tecnologie applicate, avendo anche come punto di riferimento la stretta connessione tra studio del patrimonio letterario-culturale e la sua valorizzazione e fruizione. Particolare riferimento viene dato al contesto regionale molisano, ove è presente un patrimonio culturale di grande importanza dal punto di vista naturalistico, archeologico, architettonico, archivistico e bibliotecario.

Alla base del percorso formativo ci sono le conoscenze fondamentali nelle tematiche del patrimonio letterario-linguistico, archeologico, storico-artistico, demoetnoantropologico, del paesaggio e dell'ambiente.
Il percorso formativo sarà articolato in un primo anno di corso in cui sono principalmente presenti gli insegnamenti delle attività di base. Gli insegnamenti delle discipline caratterizzanti acquisiranno più peso a partire dal secondo anno di corso. Il terzo anno si caratterizza principalmente per le discipline caratterizzanti a più alto contenuto professionalizzante, le attività laboratoriali e per le attività formative che forniscono conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro.

 

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi professionali e lavorativi dei laureati della classe sono così individuabili: Addetto uffici stampa; Pubblicista; Attività nel campo delle comunicazioni di massa; Consulente aziendale ; Orientatore scolastico; impieghi presso istituzioni territoriali o enti specifici che operano nei settori dei beni culturali ed ambientali come ad esempio i musei, le biblioteche, le soprintendenze, gli archivi, i parchi naturali e gli orti botanici, oltre ad imprese o aziende che sono attivi nei campi della tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale ed ambientale di un territorio.

I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente.

 

Motivazioni dell'istituzione del corso interclasse

Il corso di laurea in Lettere e Beni Culturali fonda le sue ragioni di essere su tre ordini di motivazioni:

• fornire agli studenti molisani e delle aree limitrofe l'opportunità di frequentare un corso di studi letterari e umanistici altrimenti assente nella Regione, venendo altresì incontro all'esigenza di sviluppare adeguate ed innovative attività formative nel campo dei beni culturali;
• costituire il primo, basilare, passaggio del percorso formativo e didattico indirizzato all'insegnamento delle materie letterarie nelle scuole di ogni ordine e grado;
• la razionalizzazione dell'offerta formativa nel rispetto della nuova normativa sulle classi di laurea ed in particolare al D.M. 31/10/2007 n. 544.

- La prima motivazione si collega tra l'altro alla peculiarità del contesto regionale molisano dove è presente un patrimonio storico e culturale di grande importanza, anche dal punto di vista archeologico, architettonico e bibliotecario: il Corso di Laurea in Lettere e Beni Culturali intende così contribuire a fornire alle nuove generazioni i necessari contenuti intellettuali per poter apprezzare, nella quotidianità, la propria cultura e poterla poi valorizzare nelle istituzioni, nell'informazione, in nuove opportunità lavorative e imprenditoriali connesse agli aspetti letterari, storici, archeologici e culturali regionali ancora quasi completamente da scoprire, studiare e divulgare.
- La seconda motivazione si connette alla razionalizzazione dell'offerta formativa, nel rispetto della nuova normativa sulle classi di laurea ed in particolare del D.M. 31/10/2007 n. 544: alla fine dei tre anni lo studente che frequenta il Corso di Laurea in Lettere e Beni Culturali così strutturato avrà nel suo curriculum la gran parte dei crediti formativi di base necessari per il proseguimento dell'iter formativo per l'insegnamento.
- La terza motivazione vede il potenziamento degli aspetti interdisciplinari, aspetto di particolare importanza soprattutto nell'ambito dei beni culturali dove l'approccio allo studio dei problemi (ad esempio scavi archeologici o rilievi di monumenti) richiede un insieme completo di competenze di diversa natura, dalle discipline specificamente umanistiche alle nuove tecnologie scientifiche.

 

Share